Il film in breve

Gremlins low-budget. Grande fortuna per la casa produttrice della famiglia Band ma il film non regge bene il passare del tempo. Per veri nostalgici.

 

 

horror, film, movie, cinema, exploitation
horror, film, movie, cinema, video
film, movie, dvd, video, cinema, tv, weird
horror, film, movie, cinema, bizzarro
horror, movie, dvd, tv, video, cinema
horror, film, movie, genre, cinema
film, movie, genre, tv, dvd, cinema, donna
horror, film, movie, genre, tv, cinema, regista
horror, movie, dvd, cinema, director

GHOULIES

Titolo Originale: Ghoulies Regista: Luca Bercovici Paese: USA Anno: 1984 Durata: 81' Cromia: Colore Genere: Horror

Jonathan Graves (Peter Liapis) eredita la villa del padre satanista. All'inaugurazione della nuova casa Jon improvvisa un'evocazione che fa spuntare dei piccoli mostri ai quali l'uomo, ormai ossessionato dalla magia, vuole sacrificare la vita dei suoi amici.

GHOULIES, Luca Bercovici, locandina, poster, tv, dvd, film, horror

La frase dal film: "Cominciò così. Il Male attirava il ragazzo. Usava la curiosità di Jonathan come una potente arma e io non potevo fare altro che aspettare, imprigionato dal timore di ciò che sarebbe successo"

 

Nato come progetto nel 1983 con il nome "Beasties", Ghoulies (che, per la cronaca, in vernacolo inglese sono i "testicoli") era stato pensato per essere diretto da Charles Band, figlio di Albert boss della casa di produzione Empire (successivamente Full Moon), mentre agli effetti speciali ci doveva stare il grande Stan Winston; i due avevano già colaborato insieme nel film I Mutanti (1982). La regia di questo rip-off de I Gremlins (1984) andò invece all'operoso Bercovici, regista più di mestiere che di arte, e gli SFX, e con ciò s'inteda la creazione dei mostriciattoli, fu curata da John Carl Buechler. Realizzando un successo al box office del tutto inaspettato e, mi vien da dire, inspiegabile, Ghoulies consentì alla famiglia Band di espandere di molto il proprio business tanto che la Empire divenne la casa di produzione di horror-B statunitense di maggior successo, inaugurando l'immissione sul mercato di una serie di film per cassetta di basso livello artistico ma di buon potenziale commerciale. Decisamente figlio dei suoi tempi (gli spensierati anni '80 dei vestiti con le abnormi spalline di spugna), Ghoulies manca quasi del tutto di quell'ironia, direi necessaria se il tema è assurdo come quello proprosto, che invece caratterizzerà e farà il successo del successivo lavoro della Band-family, cioé Re-Animator (1985). Tanto per dire, l'immagine ritratta nel poster nel film, di indubbio potenziale trashistico, non riflette nessuna scena interna al film che invece raccoglie una marea di tediosissimi primipiani di creature goffe e plasticate le quali dovrebbero essere protagoniste del film mentre invece per limiti effettistici non possono trovare lo spazio che meriterebbero. Sono quindi assai lontane le dinamiche trovate e situazioni dei Gremlins di Joe Dante. La pazzeca pretestuosità di un rito satanico durante la festa d'inaugurazione di una casa nuova (chi non lo farebbe?) e lo stile macchiettistico con cui sono dipinti i protagonisti del film possono giusto muovere ad una sobria nostalgia per una fase del cinema fantasy in cui bastava veramente poco per dirsi horror e per dirsi cinema. Come da tradizione Eighty, tre quarti del film galleggiano fra nullafacezie e dilatanti verbosità mentre nel quarto finale si "scatena" il ritmo e la spesa effettistica. Chiaramente non può bastare, se non ad un bambino o al fanciullino pascoliano che è in noi ma che è difficile da tirare fuori a più di 25 anni di distanza. Per nostalgici dal palato non fino; il film dopo meglio, quelli dopo ancora per gli irriducibili.

 

Seguito da: Ghoulies 2 (1987), Ghoulies 3: Anche i Mostri Vanno al College (1990), Ghoulies - Passioni Infernali (1993).

Il film e oltre...

TRIVIA

Il film, costato praticamente un solo milione di dollari ne ha incassati ben 35.

 

Per ottenere il rating PG-13 dall'MPAA, il film fu tagliato di 12 secondi.

 

Per il ruolo di Jonathan Graves fu fatta un'audizione a Jeffrey Combs, poi divenuto famoso l'anno dopo con il film Re-Animator (1985), altro prodotto della Empire della famiglia Band.

TRASH

Nulla da segnalare... per ora

SPOILER

Nulla da segnalare... per ora

Mobbing... e altri mali Un aiuto per coloro che hanno subito violenza psicologica al lavoro

XXI Sex La più moderna e completa enciclopedia sessuale (anche su Amazon).