Il film in breve

Low-budger, low-profile. Ma quanti buoni sentimenti!

 

 

horror, film, movie, cinema, exploitation
horror, film, movie, cinema, video
film, movie, dvd, video, cinema, tv, weird
horror, film, movie, cinema, bizzarro
horror, movie, dvd, tv, video, cinema
horror, film, movie, genre, cinema
film, movie, genre, tv, dvd, cinema, donna
horror, film, movie, genre, tv, cinema, regista
horror, movie, dvd, cinema, director

THE GIANT GILA MONSTER

Titolo Originale: The Giant Gila Monster Regista: Ray Kellogg Paese: USA Anno: 1959 Durata: 74' Cromia: b/n Genere: Horror

In una zona rurale del Texas, senza alcun motivo, salta fuori un'enorme lucertola. Ci scappa il morto. Lo sheriffo (Fred Graham) non sa che pesci pigliare. Per fortuna che i bravi ragazzi del posto sono capeggiati da Chase (Don Sullivan), il ragazzo più bravo di tutti che salva la situazione.

THE GIANT GILA MONSTER, locandina, poster, tv, dvd, film, horror

La frase dal film: "Have you heard the reports of a giant lizard?" "Yes, but it's just not possible" "Well, why not? There have been giants before!"*

 

Horror ultra low budget di un buonismo irreale, tanto positivo quanto demenziale. La pellicola nacque da un'operazione commerciale finanziata da Gordon McLendon, texano doc con stivale e cappellone, proprietario di svariate stazioni radio e di sale cinematografiche, che con un esborso minimo finanziò questa pellicola e The Killer Shrews (1959), anche quest'ultimo girato da Kellogg. Nati come prodotti regionalistici, i film ebbero diffusione in tutti gli USA e, tuttora, sono visti come chicche trash. A buona ragione. Al di là del fatto che in The Giant Gila Monster recitano membri della famiglia di McLendon (o dipendenti) senza nessuna capacità attoriale, la prima grassa risata nasce dal fatto che la lucertola del film non è affatto un Mostro di Gila (Heloderma suspectum) ma una Lucertola Perlata Messicana (Heloderma horridum), che non è una cosa gravissima, però è come se nel film Lo Squalo avessero usato un Palombo. Oltre a ciò, si aggiunga che non viene offerta nessuna spiegazione per l'apparizione dell'enorme rettile, il quale salta fuori dal deserto giusto per portare scompiglio in una cittadina texana. Qualcuno butta lì un'affermazione su una ghiandola pituitaria fuori controllo ma non viene detto altro. La cosa più comica, tuttavia, è il ribaltamento delle dinamiche fra generazioni. Se ne Il Gigante (1956) il mitico James Dean era il prototipo di tutti i giovani ribelli (texani e non), in The Giant Gila Monster le sorti di tutto il paese dipendono dall'operato di Chase, un Don Sullivan dalla faccia pulita che nel 1962 aveva già smesso di recitare (comprensibilmente). Il ragazzo è uno di quelli che sfodera il banjo e strimpella "Laugh, Children, laugh" alla sorellina poliomielitica, quindi fa il filo ad una studentessa francese (Lisa Simone) in paese per uno scambio culturale e, nel tempo perso, imbottisce la macchina di nitroglicerina per farla schiantare contro il mostro di Gila, il quale, nel frattempo, aveva regalato allo spettatore grandi pose fra le roccie e primipiani a lingua biforcuta. Problemi non ce ne sono perché le autorità saranno lietissime di ricompre la macchina a Chase, così eroico e così bravo col banjo. Evviva. Rimane il fatto che il film è di una noia notevole e si salva proprio per la sua incommensurabile innocenza infantile ed il suo perbenismo ultravecchiostile che mettono tenerezza. Prendersela con The Giant Gila Monster sarebbe come sparare alla crocerossa in un barile. Il film attualmente è di pubblico dominio quindi per vederselo non occorre neppure spendere soldi.

 

* Trad: "Hai sentito le notizie su una lucertola gigante?" "Sì, ma è semplicemente impossibile" "Be', perché no? Ci sono stati giganti prima!"

 

Puoi leggere questa ed altre recensioni tratte da Exxagon nel libro “Illusioni svelate - L’altro volto del cinema dell’orrore”, scritto da Alessandro Pedrazzi e Alex Visani, e pubblicato dalla casa editrice I Sognatori. @ I Sognatori 2011, tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione totale o parziale.

Il film e oltre...

TRIVIA

Il Mostro di Gila è una lucertola velenosa dal corpo molto tozzo che prende il suo nome dal fiume Gila che attraversa l'Arizona. La Lucertola Perlata Messicana è della stessa famiglia e anch'essa è velenosa ma ha un aspetto decisamente diverso.

 

Il film, girato a Cielo e Dallas (Texas) costò circa 138.000 $.

 

Nel 2007 ne è stata distribuita una versione a colori.

TRASH

Nulla da segnalare... per ora

SPOILER

Nulla da segnalare... per ora

Mobbing... e altri mali Un aiuto per coloro che hanno subito violenza psicologica al lavoro

XXI Sex La più moderna enciclopedia sessuale online!.