Il film in breve

Più azione e più sangue che nel precedente episodio. Un'ora e quaranta di Vendicatore Tossico però sfianca.

 

 

horror, film, movie, cinema, exploitation
horror, film, movie, cinema, video
film, movie, dvd, video, cinema
horror, film, movie, cinema, bizzarro
horror, movie, dvd, tv, video, cinema
horror, film, movie, genre, cinema
film, movie, genere, tv, dvd
movie, genre, tv, cinema, regista
horror, movie, dvd, cinema

THE TOXIC AVENGER - Part II

Titolo originale: The Toxic Avenger - Part IIRegista: Michael Herz - Lloyd KaufmanPaese: USAAnno: 1989Durata: 96'Cromia: ColoreGenere: Horror - Thriller - Action

Il Vendicatore Tossico (J. Altamura / R. Fazio) dopo aver spazzato via tutta la criminalità a Tromaville si annoia. Questo finché la sua psichiatra, sotto la spinta della malvagia Apocalypse Inc. non dice a Toxie che tutti i suoi problemi derivano dal fatto di non sapere chi è suo padre. Toxie quindi lascia a casa la sua ragazza cieca Claire (Phoebe Legere) e si reca in Giappone, visto che la psichiatra gli ha detto che proprio laggiù si trova suo padre Big Mac Bunko. Mentre Toxie è via, il capo della Apocalypse Inc. (Rick Collins) prende il potere a Tromaville.

Troma, TOXIC AVENGER, Lloyd Kaufman, Michael Herz, locandina, poster, tv, dvd

La frase dal film: "At first I found it hard to believe that my father was Japanese, and that I was part-Japanese. But that would explain why I've always had these strange, non-American urges to work very hard, save money, and live without credit cards"*

 

Girato per durare 4 ore e poi spezzato in due a comporre questo episodio e il terzo della serie, The Toxic Avenger - Part II è una pietanza dura da digerire anche per i fans di Toxie che si dovranno sorbire una lunghissima e noiosissima storia confusa che come al solito mischia sesso, violenza e demenzialità. In essenza si potrebbe dire che questo secondo capitolo sia una specie di "Toxie goes to Tokyo" un po' come nel 1989 Jason si faceva un viaggetto a Manhattan. La crew di Kaufman si è davvero spostata in Giappone per le riprese e benché il film sia un low-budget, i quasi due milioni e mezzo di dollari a molti non sono sembrati un budget poi così limitato. Nonostante i maggiori finanziamenti, il film rimane un'accozzaglia poco logica di situazioni e personaggi bizzarri con una debole trama a tenere insieme gli sketch, la medesima cosa, insomma, che accadeva nel primo episodio. Nonostante la storia sia incentrata sulla ricerca del padre di Toxie in Giappone, c'è tutta una prima parte in cui il Vendicatore Tossico, ancora negli USA, si scontra con ogni sorta di nemico, uno più assurdo dell'altro: nani, travestiti, l'uomo cane, etc.. In questa prima sequenza il film offre le scene più splatter, il resto si vedrà poi in Giappone ai danni di un uomo che verrà affettato da un cuoco di strada. Suppongo che siano queste le scene presenti in alcune versioni ed assenti/censurate in altre; nonostante tutto The Toxic Avenger - Part II non mi pare proprio il pezzo cinematografico per cui l'appassionato di horror debba correre a destra e a manca per procurarsi la versione 'uncut'. Il problema maggiore del film sta nel fatto che Kaufman è ormai consapevole che la sua creatura è divenuta in breve tempo un personaggio di culto, così i dialoghi e le situazioni nel film risultano più artefatte e ricalcano il modello iniziale. Insomma, se il primo film era volutamente ma genuinamente trash, questo lo è volutamente ma forzatamente. E' chiaro che se uno spettatore dovesse affrontare le avventure di Toxie a partire da questo secondo capitolo, per lui l'impatto potrebbe essere il medesimo che avrebbe guardando il film del 1984, ma mi chiedo chi, potendo, partirebbe guardando il secondo film di questa serie. In ogni caso il primo film della serie e questo secondo capitolo (in cui viene anche introdotto il concetto dei 'tromatòni' e del 'tromatònio' stile kriptonite) sono gli unici per i quali vale, o potrebbe valere, il vostro tempo. Più sangue e più action che nel precedente, queste sono essenzialmente le due particolarità di questo secondo episodio con il Vendicatore Tossico. Non è adatto ai più giovani, come d'altra parte tutta la produzione Troma.

 

La serie del Vendicatore Tossico inizia con The Toxic Avenger (1984) e prosegue con The Toxic Avenger Part III - The Last Temptation of Toxie (1989) e Citizen Toxie - The Toxic Avenger IV (2001). Il personaggio del Vendicatore Tossico diventerà anche protagonista di una serie di cartoni animati: Toxic Crusaders (1991-1993).

 

* Trad: "All'inizio trovai difficile credere che mio padre fosse giapponese, e che io fossi mezzo giapponese. Ma ciò avrebbe spiegato il perché io avessi sempre avuto questa strana non-americana spinta a lavorare sodo, risparmiare e vivere senza carte di credito"

Il film e oltre...

TRIVIA

Il film è costato circa 2.300.000 dollari ed è stato girato a Croton-on-Hudson, Montrose, Peekskill, Verplanck (New York) e a Tokyo (Giappone).

 

Nel primo film Toxie, quando era Melvin aveva il cognome Ferd, mentre in questo secondo capitolo di cognome fa Junko (che è un gioco di parole, dal momento che 'junk' significa spazzatura).

 

L'unica versione davvero uncut del film è un VHS giapponese. Anche la versione in DVD definita Director's Cut contiene meno sangue e violenza.

 

John Altamura, che interpretava Toxie, fu licenziato durante le riprese. Fu chiesto a Ron Fazio, che recitava nei panni di un dirigente della Apocalypse Inc. e che faceva la controfigura di Altamura sui campi lunghi, di fare anche tutte le scene nei panni di Toxie e di dargli la voce. Le scene con Altamura comunque vennero tenute, ecco perché nei credits appaiono entrambi i nomi relativamente al Vendicatore Tossico.

 

Questo è il film debutto dell'attore Michael Jai White, noto soprattutto per essere stato Al Simmons nel film Spawn (1997).

TRASH

Nulla da segnalare... per ora

SPOILER

Nulla da segnalare... per ora

Mobbing... e altri mali Un aiuto per coloro che hanno subito violenza psicologica al lavoro

XXI Sex La più moderna enciclopedia sessuale online!.